29 giugno 2006

Il calcio ed io

Mai stato un grande appassionato del giuoco del calcio.
Anzi, mai stato anche semplicemente un tifoso o uno spettatore. Da bambino, mi resi conto subito della mia incapacità a calciare un pallone e indirizzarlo verso una direzione prefissata contemporaneamente. Anche in porta facevo abbastanza schifo: sembrava avessi brevettato lo stop di faccia. Preferivo giochi più avventurosi, tipo 'ninja', un misto tra nascondino e acchiapparello in modalità stealth dove se capitava ci si pestava pure. Ricordo il mio nascondiglio preferito: il balcone del salotto della signora di pianoterra della scala C.
Da ragazzo, mi sono dedicato per un po' all'atletica leggera (lo so, non si direbbe) che trovavo più nobile. Ancora oggi, quando i miei amici disperati cercano qualcuno per riempire il campetto del Cipponeri sanno di non dover contare su di me.
C'è un caso però, in cui mi appassiono al gioco, seguo le partite e mi azzardo a commentarle pure. Concentro la saggezza popolare da album panini + bar dello sport in poche giornate dove faccio il ripasso dei precedenti due anni di campionato: Mondiali ed Europei.
Sarà per un briciolo di patriottismo, sarà perchè il calcio ad alti livelli è piacevole da guardare, sarà perchè le partite dell'Italia sono riti di aggregazione sociale con fiumi di birra, pizza e salatini... ma non riesco ad esimermi. E urlo, mi incazzo, commento, mi emoziono, giudico, e mi rendo conto di essere entrato anche io nel bar dello sport, però dalla finestra, timidamente.

10 commenti:

remo ha detto...

L'altro giorno ho notato il disprezzo di una ragazza carina che ha perso interesse verso il sottoscritto appena ho enunciato: "Non seguo il calcio, neanche i mondiali".
A causa di questo avvenimento (forse) seguirò almeno le partite dell'Italia ;)
r--

jelem ha detto...

Ben arrivato nel tunnel.
Attento, non è così semplice uscirne. Non puoi farlo quando vuoi.

Bisogna attendere un Moggi. :(

Marco Rizzo ha detto...

nahh, credo proprio che a mondiali finiti io e il calcio torneremo ad odiarci vicendevolmente.

Roberto Di Salvo ha detto...

da cronista che sei non hai fatto citazioni su calciopoli!
al bar per ora non si parla d'altro che di juve in serie Z!!!
La magiorparte della nostra razza di nerd odia il calcio, e questo è un bene, nei mondiali è diverso, e ci sta, ma personalmente divento tifoso anche quando lo gioco, ovviamente tramite playstation!

p.s. fai un salto sul mio blog!!!

Antonio ha detto...

"Da ragazzo, mi sono dedicato per un po' all'atletica leggera (lo so, non si direbbe) che trovavo più nobile.

Sei un finocchio


:-)

Marco Rizzo ha detto...

mah, di calciopoli mi pare se ne parli pure troppo e me ne frega troppo poco per parlarne pure qua.

Ma Anto', guardare 22 bei maschioni muscolosi e sudaticci che si rincorrono e si urtano in mezzo al verde non è ancora più gay?? :P

Cinicus ha detto...

Per seguire la partita organizzarsi come segue: poltrona ipermorbidosa da affossamento, abbigliamento "casual", frittatona di cipolle, birra gelata e rutto libero! Fantozzi docet!

willy ha detto...

Anch'io sono vittima della febbre mondiale. Solo pochi decimi però. Le partite ad esempio riesco a seguirle solo con il commento della gialappa altrimenti scatta l'abbiocco sulla poltrona cinica ipercomodosa e rischio di rovesciarmi addosso la birra gelata e la frittata di cipolle : )

Marco Rizzo ha detto...

>Per seguire la partita >organizzarsi come segue: poltrona >ipermorbidosa da affossamento, >abbigliamento "casual", >frittatona di cipolle, birra >gelata e rutto libero! Fantozzi >docet!

Pina!!! Non rompere i coglioni!!

:D :D

Claudio ha detto...

W IL WRESTLING!!!!!!!!! I MONDIALI SONO TUTTI COMBINATI COME SEMPRE!!!!!!!

Posta un commento