25 aprile 2007

Ci vediamo a Napoli...

La notizia del probabile spostamento della sede del Comicon credo abbia sconvolto un po' tutti. La fiera sembrava essere così legata con le realtà locali, con convenzioni, collaborazioni e altro, che ci si è dimenticati che tra i marchi sui poster mancavano da anni quelli degli enti locali veri e propri. Spero, da buon terrone, che la fiera non migri al nord come si paventa, e che Claudio, alino, Luca e gli altri riescano a trattenerla qui, in quella splendida città che è Napoli. D'altro canto, per esperienza, so bene che una città ha quel che si merita. Se "Palermo Fumetto" non ha proseguito nei termini in cui volevamo è proprio per la scarsa attenzione degli enti locali, prodighi di complimenti sul momento della (auto-) promozione quanto disinteressati nel momento della necessità.

Tornando a noi, vi segnalo che venerdì 27 aprile alle 10 c'è un incontro con gli autori di Mono alla Fonoteca di via Morghen in quel di Napoli, locale che è anche sede di una piccola mostra con tavole dal secondo numero aperta da oggi fino al 7 maggio. Oltre che lì le persone a cui devo dei soldi potranno beccarmi sabato mattina alle 11:00 allo stand Tunué (e probabilmente anche in altri orari di sfuggita). Di roba mia alla Comicon troverete anche Monstars, vi ricordo, con una storia breve disegnata dal vulcanico Niccolò Storai che, mi fa sapere l'indaffaratissimo Niccolò, ha ricevuto i complimenti di gente del calibro di Ausonia, Pagliaro e Giacon. Allo stand Planeta De Agostini inoltre il numero 5 di Manhunter e il 3 di Classici DC: Lanterna Verde, supervisionati dal sottoscritto, e l'ultimo volume di Hellboy, Strani Luoghi, che come saprete è tradotto da me medesimo.

E dopo Napoli Comicon, un annuncione clamoroso su queste pagine sulla mia nuova avventura editoriale (no, non sono i due mesi a La Sicilia).

3 commenti:

Niccolò ha detto...

Stiamo Arrivando!

flaviano ha detto...

butta un occhio sul blog per qualche aggiornamento. enjoy!

Marco Rizzo ha detto...

contrordine... i due mesi alla fine saranno all'ufficio grafico del Giornale di Sicilia e non nella redazione de La Sicilia. Vabbuono! :)

Posta un commento