10 ottobre 2008

Ilaria Alpi - Oggi è un gran giorno

da www.ilariaalpi.it

Venerdì 10 ottobre, alle ore 11, in Quirinale si terrà l’annuale udienza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con i promotori, i vincitori e le giurie dei maggiori Premi Giornalistici italiani fra cui il Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi.

Per l’occasione il Presidente Giorgio Napolitano consegnerà la Medaglia d’Oro al Merito Civile conferita alla memoria di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin che, per il loro sacrificio, hanno onorato la professione giornalistica.
Gli inviati Rai Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, furono assassinati il 20 Marzo 1994 a Mogadiscio in Somalia, mentre indagavano su traffici di armi e rifiuti tossici. Ancora oggi rimangono senza nomi mandati ed esecutori del duplice omicidio.

La richiesta per il conferimento della Medaglia al Merito Civile fu inviata alla Presidenza della Repubblica dal Presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani, dall'Onorevole Mariangela Gritta Grainer e dal Sindaco di Riccione Daniele Imola nel 2006. La richiesta fu accettata del Presidente della Repubblica nel 2007.
A ritirare l’onorificenza saranno i genitori di Ilaria Alpi, Giorgio e Luciana Alpi.

4 commenti:

andrea alfano ha detto...

Davvero una gran bella notizia, che onora ancor di più la memoria di Ilaria.

Davide ha detto...

scusa, ti chiedo un favore

potresti, in controcanto, indicare anche da un punto di vista "giudiziario" lo stato cosa ha fatto e sta facendo, per questa vicenda?


questa notizia è una gran bella cosa... se non dimostrasse una lieve schizofrenia dello stato italiano

che da una parte premia onora e da un'altra mortifica e ignora

Marco Rizzo ha detto...

la procura di Roma continua a indagare, nonostante un primo processo si sia concluso con la condanna di una sola persona (Hashi omar hassan). Testimoni che mancavano, che restavano in africa, che sparivano, che ritrattavano... l'ultima novità è questa:
http://www.ilariaalpi.it/index.php?id_sezione=2&id_notizia=2528

lo stato dovrebbe istituire una nuova commissione d'inchiesta,invece della farsa della commissione taormina. Stava per partire con la scorsa legislatura ma sappiamo come è finita, e adesso il governo ha altre "priorità".

Davide ha detto...

appunto, giano bifronte

da un lato premia e dall'altro ignora (se va bene, perchè in precedenza aveva anche offeso...)

Posta un commento